mercoledì 23 febbraio 2011

Si può sempre scegliere da che parte stare...

...e quando ci si rifiuta di bombardare i propri concittadini inermi non si può essere chiamati traditori.

Le notizie sono ancora molto confuse ma sembra che un numero crescente di piloti militari libici stiano disertando, alcuni sarebbero atterrati a Malta, altri si sarebbero lanciati facendo precipitare l'aereo, disobbedendo all'ordine di fare fuoco sulla popolazione.
Considerando cosa rischiano loro e le loro famiglie nel caso il regime riesca a riconquistare il potere, non possono che avere la mia solidarietà a prescindere.


Questo dovrebbe essere uno degli aerei con cui i piloti hanno disertato. Foto originale qui.

9 commenti:

  1. "Considerando cosa rischiano loro e le loro famiglie nel caso il regime riesca a riconquistare il potere, non possono che avere la mia solidarietà a prescindere."
    Orso, ti quoto totalmente.
    Per fortuna, anche i militari di un regime dittatoriale hanno un cuore e un cervello che funzionano da soli. Va bene, per un militare, eseguire gli ordini, ma quando si esagera...

    RispondiElimina
  2. Non ricordavo che la libia avesse gli F1


    comunque si è un bel problema, si parla di 10.000 morti ormai è guerra civile, se riusciranno a sopprimere la rivolta nel sangue, i sopravvissuti considerati traditori saranno passati per le armi

    RispondiElimina
  3. Concordo, Orso.

    Ah, devo scriverti per avere delle info.

    A dopo.

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  4. Al tiranno di Tripoli ormai sembra che siano rimasti fedeli solo i suoi fanatici miliziani piu' le truppe mercenarie.
    Il suo destino credo sia ormai segnato, spero faccia la fine di Mussolini ...

    RispondiElimina
  5. Mikhail Lanart-Hastur24 febbraio 2011 11:35

    Pensa che figura di merda si sono fatti i politici italiano con il nano che bacie le mani al dittatore/socio gheddafi

    RispondiElimina
  6. @Mikhail Lanart-Hastur

    Veramente l'Italia è dall'immediato dopoguerra che fa affari con la Libia, e nessuno ha mai detto un c@##o.
    Mikhail, mi hai costretto seppur indirettamente a difendere Trombolo, il nano pelato, e per questo non ti perdonerò mai. ^__^

    P.s. massimissimo rispetto per i piloti, cmq.

    RispondiElimina
  7. Orso, frankbat, riferendovi al fatto che anche i militari sono umani e hanno un punto di rottura mi avete fatto venire in mente questa canzone di Sting che trovo molto struggente.
    http://www.youtube.com/watch?v=wHylQRVN2Qs

    RispondiElimina
  8. @masdeca, canzone bellissima e veramente struggente (e splendido video, che non avevo mai visto).
    Grazie della segnalazione.

    RispondiElimina
  9. @frankbat
    Grazie per aver condiviso le tue impressioni sul pezzo!

    RispondiElimina