venerdì 22 ottobre 2010

Strakkino e le certezze incerte sui radar. Edit

Articolo aggiornato in fondo



Che strakkino non abbia le idee molto chiare su cosa sia un radar lo si sapeva già da tempo. Ora sappiamo anche che oltre a non sapere cos'è, non sa nemmeno dov'è.
Di sicuro non ad Albenga.

Nell'immagine sopra quello che l'AIP Italia riporta a proposito delle procedure radar sull'aeroporto di Albenga ( codice ICAO LIMG ).
C'è bisogno di spiegare cosa significa l'abbreviazione NIL? Nulla.
Il bello è che l'AIP è consultabile gratuitamente sul sito dell'ENAV.
Il nostro esperto a quanto pare non sa nemmeno che torre e radar sono 2 cose diverse... una notizia che demolirà molte certezze sciachimiste. La postazione dell'operatore radar si trova in cima alla torre quasi sempre soltanto nei film. Spesso in realtà è in luogo anche diverso dall'aeroporto e alle volte pure in locali interrati.


Edit 1:

Ringrazio Pevv per avermi messo la pulce nell'orecchio. L'aeroporto di albenga non solo non dispone di radar, ma non ha nemmeno un servizio di torre cosi come confermato dall'AIP.
Dispone infatti di un AFIS ovvero di un servizio destinato a fornire esclusivamente riporti di informazioni (presenza di altri aerei in circuito, notam attivi, direzione del vento ecc.).
Mentre una torre può autorizzare o meno ad eseguire una data procedura, un AFIS non ha di fatto nessun potere ma si limita appunto a fornirvi le informazioni di cui è a conoscenza.


Nell'immagine una parte della cartina aeroportuale dell'AIP in cui è chiaramente indicato il tipo di ente presente sull'aeroporto di Albenga.
Anche questa informazione strakkino avrebbe potuto averla semplicemente cercando nel posto giusto.

14 commenti:

  1. Habemus Babbeum22 ottobre 2010 18:59

    Rosy: buongiorno (sic) chiamo da Sanremo vorrei sapere da voi se vi risultano aerei in volo sopra la mia città in questo momento... ah dimenticavo, qui le fontanelle sono chiuse, c'è una gran puzza di zolfo e la nebbia chimica di ricaduta impedisce di vedere la strada fuori dal terrazzo.
    Torre: mi spiace ma non sono in grado di risponderle perché qui non siamo dotati di radar.
    Rosy: sic sic sic!!! AH AH AH non avete il radar buffoni!
    Torre: scusi, ma lei chi è?
    Rosy: Sono rosario marcianò, il presidente del comitato nazionale tanker enemy.
    Torre: aspetti che chiedo...
    Torre: i miei superiori suggeriscono PUPPA!!! clank.

    RispondiElimina
  2. "Spesso in realtà è in luogo anche diverso dall'aeroporto e alle volte pure in locali interrati."
    Anche perche', effettivamente, gli uomini radar NON hanno bisogno di VEDERE i voli che indirizzano e guidano sulle rispettive rotte, loro vivono e lavorano davanti a monitor. Sanno tutto di un volo solo dai dati che ricevono dai radar, transponder e quant altro (e lo sanno MOLTO bene!). Ma sono quelli che ci fanno volare ed arrivare a destinazione. Se anche esistessero le scie chimiche, loro sarebbero probabilmente gli ultimi ad esserne a conoscenza, alla faccia di quanto dice strakkino-andato-a-male!

    RispondiElimina
  3. Chissa', magari Straker quando pensa agli uomini radar ha in mente lui...

    RispondiElimina
  4. ore 21:24: l'aereo LN-KHA è appena passato esattamente sopra Sanremo, a 34000 piedi. Sta facendo la tratta LEBL-ESSA. Tu sai cosa vuol dire, vero, stracchino? E allora, per carità, mi spiegheresti CHE CAXXO GLIE NE DOVREBBE FREGARE ALL'AEROPORTO DI ALBENGA DI QUELL'AEREO???

    E intanto che scrivevo ne sono passati altri due: uno sulla tratta LEPA-LOWG e uno sulla tratta LEAL-ESSA.
    Sono le 21:32. Tre aerei in otto minuti, tutti e tre perfettamente noti, e su rotte logiche e coerenti. E tutti e tre ad alta quota.

    Signori sciachimisti, ce la fate da soli a capire cosa sto cercando di dirvi?

    Ne dubito.

    RispondiElimina
  5. 21:38: stracchino, attento! sta per arrivarti addosso il Madrid-Venezia! vedi se riesci a toccarlo. E' a 30.000 piedi giusti giusti.

    RispondiElimina
  6. Ce ne sono altri tre in arrivo su Sanremo, ma mi sono rotto per cui la pianto qui.

    RispondiElimina
  7. Poveraccio...per punizione lo manderei alle 5 di mattina a svuotare l'acqua dai serbatoi del Tupolev.
    Immaginatevi poi quei poveretti a ricevere costantemente telefonate da mitomani che emulano strakkino...

    RispondiElimina
  8. Lo stercorarius gode solo nel fare figuracce: ha pubblicato le telefonate con Albenga e Capo Mele, (chissà se ha chiesto il consenso...) ovviamente facendo dire agli interlocutori quello che vorrebbe sentirsi dire...

    Certo che un bel PUPPA! ci sarebbe stato bene !!!

    RispondiElimina
  9. Cosa è costretto lo sterkorario per portarsi a casa la pagnotta... non ha un minimo di dignità.

    RispondiElimina
  10. Ho lasciato un "a fare" dentro alla tastiera

    RispondiElimina
  11. Eh... no.
    Straker ha visto giusto.
    Ad Albenga devono sapere più cose di quanto non dicano.

    Leggendo le pagine che descrivono l'aereoporto si scopre che la lunghezza della pista è di 1560 metri. Se aggiungiamo mezzo metro di bordo agli estremi si raggiunge la lunghezza di millecinquecentosessantuno, ripeto millecinquecentosessantuno metri, ossia la Costante di Straker.
    Tanto in lunghezza quanto in altezza.
    E' un quadrato, e allora tutto quadra.
    Sarà un caso? Noi ecc. ecc. ecc.

    RispondiElimina
  12. "La città di Roma e Vodafone entrano nel Guinness World Record per il lancio simultaneo di 1.561 monetine da un centesimo"
    Notizia beccata su virgilio.it. Il lancio e' stato nella fontana di Trevi. Il marcio riuscira' a trovarci qualche significato strano, o avra' la decenza di stare zitto (cosa che dovrebbe fare sempre, IMHO)?

    RispondiElimina
  13. Posso dire una cosa? Secondo me Straker si è fatto una cultura leggendo il tuo blog e tutto quello che sa sul mondo degli aerei lo sa perchè legge questo blog. Secondo me lo stai quasi aiutando. Ha imparato un sacco di cose sul mondo dell'informatica leggendo Attivissimo per poi ritorcerle contro Paolo stesso. Per fortuna è talmente babbeo che al massimo evita di fare figure di merda megagalattiche, ma continua a farne di molto grosse. Io lo lascerei in pace, così ci fa ridere ancora di più...

    RispondiElimina