domenica 5 giugno 2011

Se non son matti......

No non mi riferisco al duo sanremese, ma ai protagonisti del filmato sottostante.
Ecco cosa si può fare con due vecchi Blanick, un paracadutista e un misto di bravura ed incoscienza.

11 commenti:

  1. STRAKER PUPAAAAAAAAAAAA !!!

    RispondiElimina
  2. Paolo el panza5 giugno 2011 21:17

    Ah, ho capito solo a metà video il perchè dello STRAKER PUPPA del primo commento! C'erano anche le scie...
    Straker? Ripuppa!

    RispondiElimina
  3. Piu' che "un misto di bravura ed incoscienza", io direi "tanta bravura e tantissima incoscienza"!
    Comunque, complimenti! Immagino che alla fine c'era un po' di sangue in mezzo all'adrenalina...

    RispondiElimina
  4. Bellissimo video :D
    e Straker puppa e ripuppa anche a testa in giu!

    @orsovolante posso rubarti un po' del tuo prezioso tempo e farti una domanda tecnica sui motori a reazione? in particolare stavo leggendo del meraviglioso e futuristico motore SABRE ma guardando le info tecniche fornite dalla Skylon ho notato un fatto curioso che non so spiegarmi con le mie limitate conoscenze in materia: perché il pre-cooler che collega l'intake con il turbo-compressor forma un settore circolare anziché essere lineare come negli altri motori a reazione? C'è sicuramente un motivo tecnico dietro a questa scelta progettuale, forse per spezzare e ridurre le onde d'urto generate a velocità subsonica (ma non dovrebbe essere un compito già svolto dall'inlet)? Oppure ci sono altre motivazioni?

    Ciò che mi lascia veramente perplesso è che con la forma non lineare del motore, la spinta generata da esso non viene convogliata lungo l'asse longitudinale della fusoliera del veicolo, ma bensì verso la parte bassa dello stesso, non è dunque controproducente in termini di efficienza? C'è qualcosa che non mi convince in quella forma; @orso, riesci a farmi chiarezza? Sicuramente sono io che mi perdo in un bicchiere d'acqua.

    RispondiElimina
  5. Blanick vecchio amore ho avuto la fortuna di volare in quella "scatola" che scricchiolava tutta ;-)

    Questi hanno le palle quadrate per fare un volo rovescio così in aliante
    Complimenti sono stati tutti eccezionali !!....... capirai se non c'era di mezzo un parà! :-DD

    RispondiElimina
  6. Mauro penso che alle velocità di utilizzo per cui è stato progettato il sabre l'aerodinamica abbia comportamenti molto diversi che alle velocità subsoniche, mi ricordo dell' SR71 che usava il ramjet dove quasi tutta la spinta veniva generata dall' aria esterna e si utilizzava il cono anteriore per la modulazione del flusso in ingresso

    RispondiElimina
  7. Sono al lavoro e non riesco a rispondervi. Do un occhiata in serata.

    RispondiElimina
  8. Aggiungo: bello, questi sono quasi miei vicini di casa (dalle sigle dei blanik e dal tedesco che parlano sono austriaci).
    E pensare che c'e' chi crede che i tedeschi siano freddi!
    Alla faccia del .....!

    RispondiElimina
  9. @Mauro.
    Non sono sicuro di avere capito la domanda.
    Il precooler ha 3 sezioni circolari che però credo abbiano di per se solo la funzione di offrire una superficie di scambio, e quasi nessuna di tipo aerodinamico.
    Il condotto che li contiene invece, anche se poco chiaro nel disegno, appare più convenzionale.
    Ho dato un occhiata, ma il motore in oggetto è molto diverso da quelli tradizionali.
    E' un ibrido, a quanto ho capito, tra un motore a razzo ed un ramjet.
    In un motore tradizionale, dotato di compressore, l'aria che arriva al compressore deve sempre essere sub sonica. Per questo sugli aerei supersonici si adottano soluzioni quali ingressi a geometria variabile, ogive mobili o prese e scarichi d'aria opportuni, tutti allo scopo di ridurre la velocità dell'aria in ingresso ( e ottenere un aumento di pressione utile all'auto compressione del motore).
    Qui mi pare che ci troviamo davanti ad una presa d'aria piuttosto convenzionale, un ogiva, credo di tipo mobile, per controllare l'onda d'urto e consentire l'ingresso dell'aria a velocità sub soniche, seguita da un condotto divergente/convergente (che nella prima parte contiene anche il precooler).
    Se l'aria che entra nel condotto è subsonica, questo significa d'apprima un aumento di pressione, e poi, nella parte convergente, un aumento di velocità.
    Nel mezzo qui però c'è uno scambiatore di calore, e bisognerebbe tener presente anche delle variazioni di sezione, imposte da questo, per capire effettivamente cosa succede.
    Credo però che si tratti appunto di un condotto divergente/convergente subsonico.
    Quindi iniziale aumento di pressione (infatti si parla di riscaldamento fino a 1000°) e poi nuova fase di espansione in parte verso il compressore e in parte verso la sezione Ram Jet.
    (preceduta da un condotto vagamente divergente... credo con lo scopo di far aumentare la pressione prima della camera di combustione.
    Nelle FAQ dicono che la combustione del ramjet avviene a velocità subsonica. Credo che avvenga in quelle camere che il disegno interattivo indica come "by pass Burner". Camere che tutto sommato sembrano comuni camere di combustione tubo-anulari (un anello di tubi :-) Una cosa più o meno cosi:
    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/32/Rolls_Royce_Goblin_II_cutaway.jpg
    ), seguite da una sezione divergente/convergente che fa pensare comunque a gas di scarico supersonici.

    In ogni caso ci troviamo davanti ad un motore estremamente diverso da quelli comunemente impiegati sugli aerei... ed ancor più lontano da quelli usati sugli elicotteri.

    RispondiElimina
  10. @orsovolante grazie per la risposta e il tempo che ci hai dedicato, ma evidentemente non mi ero spiegato bene, mea culpa, scusa; la mia domanda era molto più semplice, cioè, detta terra terra, perché il motore SABRE ha una forma curvilinea anziché essere lineare come nei convenzionali motori a reazione (escludento i thuster vectorized per il VTOL) e come potesse in questa configurazione generare una spinta lungo l'asse lungitudinale del velivolo adeguata per il decollo.

    Poco fa, guardando meglio il sito, ho trovato la risposta direttamente sul sito della SKYLON (qualora qualcuno si fosse incuriosito).

    RispondiElimina
  11. @Mauro
    hahaha scusa ma non avevo capito.
    Il motivo lo spiegano direttamente loro nelle FAQ, come hai ben visto.
    Devo comunque ringraziarti per avermi segnalato questo progetto di cui avevo sentito parlare ma non mi ero mai preoccupato di trovarne una descrizione precisa.

    RispondiElimina