mercoledì 4 novembre 2009

Le vaccinazioni forzate.

[Mi scuso se avete trovato i commenti disabilitati. Non so per quale motivo, sebbene nelle impostazioni generale i commenti siano sempre autorizzati, da un po' di tempo a questa parte, devo ricordarmi di autorizzarli per ogni singolo articolo.]

Naturalmente i soliti gonzi non ci hanno messo nemmeno un minuto a crederci.

Secondo loro a pochi chilometri da casa nostra, nella vicina Francia, terra che vede andare e venire quotidianamente qualche migliaio di Italiani, senza che si debba nemmeno presentare uno straccio di documento alla frontiera che ormai da anni non è più sorvegliata, si tiene una campagna di vaccinazione forzata, che vede di fatto deportare presso i centri di vaccinazione chi non voglia sottoporsi volontariamente ad essa.
Qualcuno arriva addirittura a parlare di genocidio.

Il tutto, ripeto, a pochissimi chilometri da casa nostra in uno stato nel quale qualunque italiano può entrare liberamente.

Ad esempio se straker volesse verificare la notizia, le basterebbero meno di 4 orette d'auto da casa sua.

Ma da dove parte il tutto?
facciamo una ricerca a ritroso.
La notizia l'ho letta qui. il blog di eSSSe riporta come sempre le cavolate del fisico bestiale Corrado.
Questo il post di Corrado che lo riprende da qui. A questo punto faccio qualche ricerca in Francia è viene fuori questo sito tra i primi risultati. Seguendo a ritroso la fonte arrivo prima qui e poi in fine qui.
A questo punto tutto si ferma.

Verifichiamo un paio di cose.

L'aeroporto di Albi non è precisamente un semplice campo volo. Pur non essendo un aeroporto con intenso traffico commerciale ha una pista di 1500 metri, è internazionale ed è pure dotato di un avvicinamento strumentale ILS.

In realtà, anche a voler prendere per buono il documento originale, non è che ci dica gran che.
Infatti non vi sono notizie di deportazioni, vaccinazioni obbligatorie o scuolabus dirottati.
Questi sono timori espressi da chi scrive. E sono timori che se ci si ferma ai fatti riportati, possono nascere solo a chi possiede una abbondante dose di paranoia iniziale.

Non vi è in realtà nulla di losco nell'istituzione di un centro di vaccinazione vicino ad un aeroporto.
E tanto meno vi è qualche cosa di losco se vicino a questo centro si trova un autobus, o meglio una"CELLULE DÉPARTEMENTALE DE PREVENTION DES CONDUITES A RISQUE".
Questa infatti, pur facendo capo, come moltissime cose in Francia, alla prefettura, non ha nulla a che fare con la polizia, celerini o simili. Si tratta infatti di unità destinate ad educare e sorvegliare sul territorio, i comportamenti a rischio sanitario. Non lavarsi le mani, non usare il preservativo, utilizzare droga alcol ecc..
Direi che un suo intervento durante una pandemia è del tutto normale.
Ma secondo voi, Giuditta, Corrado e straker si sono preoccupati di fare una semplice ricerca per vedere di cosa si tratta?

Ecco qui un documento che, ad esempio, ci racconta di cosa si occupa la cellula dipartimentale della prefettura di Parigi:

  • La citoyenneté et la connaissance des institutions ;
  • L’égalité femme/ homme, le respect mutuel et la prévention des violences sexistes ;
  • La prévention des conduites à risque ;
  • La découverte des métiers ;
  • L’acquisition des techniques de premiers secours ;
  • La mobilité des jeunes dans la ville et la découverte de nouveaux centres d’intérêt ;
  • La mémoire collective
  • L’intergénérationnel
  • Le handicap
  • Le développement durable et la lutte contre le réchauffement climatique

Ma vediamo anche dove sarebbe e come è fatto questo luogo dove, secondo Giuditta, verrebbero deportati i Francesi per subire una vaccinazione obbligatoria e dove addirittura si starebbe compiendo un genocidio (Affermato da Giuditta nei commenti qui).
Basta andare su Google Earth digitare Albi e cercare la zona aeroportuale a sud ovest dell'abitato.

Vi pare un aeroporto che sorge in una zona isolata, lontano da sguardi indiscreti, adatto a compiere le azioni sopra riportate?

Ho anche delle perplessità sulla foto che accompagna il post.
La freccia appare scentrata rispetto al palo di sostegno e maggiormente illuminata di quella, più grande, che le sta sopra.

Inoltre la Francia ha un sito specifico per l'influenza A. Qui. Su questo sito è disponibile un collegamento ad una ricerca di Google Maps, che evidenzia tutti i "site de vaccination grippe A"
Sono decine e decine, alcuni a pochissimi chilometri dalle frontiere italiane.
Albi non compare, anche se questo potrebbe essere dovuto semplicemente ad un ritardo nell'aggiornamento.
E' interessante anche la cartina e l'articolo che mostra l'andamento in Francia della pandemia.

Per finire direi che ci sono tutte le indicazioni per poter ritenere quella delle vaccinazioni forzate ad Albi una bufala.

L'influenza A non ha al momento un tasso di mortalità superiore a quello di altre influenze.

E' però vero che persone che hanno già problemi polmonari o cardiaci ecc. sono a rischio e che in questi casi l'influenza può portare a complicazioni anche mortali.
Chi come Arturo afferma, qui, che per costoro il vaccino costituirebbe solo una morte più rapida ed immediata, si assume la responsabilità di ciò che scrive e spero che questa responsabilità gli venga ricordata quotidianamente negli anni a venire.

8 commenti:

  1. Moglie incinta vaccinata ieri vediamo come va?

    RispondiElimina
  2. Quello che ancora non hanno capito Marco e C. Che quasi si compiacciono che a morire siano principalmente i disabili, le persone con patologie pregresse, i più deboli in genere, quasi la pandemia sia un occasione di selezione eugenetica, quello che non hanno capito dicevo è che la pandemia in Italia è appena iniziata. Ci si aspetta qualche migliaio di morti e milioni di ammalati.
    Voglio vedere cosa scriveranno e come si comporteranno quando ad ammalarsi saranno loro o i loro cari.

    RispondiElimina
  3. Marco e co. non sanno che il mondo che viviamo cosi a lungo grazie alle medicine vaccini ecc.
    Senza questi mica ci arriviamo a 90 anni.
    Pero se ci pensi forse e' un bene che non si vaccinino?
    Non auguro la morte a nessuno ma forse nel caso dei lettori di TE un po di selezione naturale della specie puo aiutare a sfoltire i ranghi.
    Mo hanno rotto, finche si parlava di scie chimiche e boiate varie la cosa e' comica e piglia solo i pirla nella rete.
    Ma ora parliamo di terrorismo online, insinuare un dubbio e' una cosa giusta ma se lo si insinua con fandonie ecc no.

    RispondiElimina
  4. Orsovolante ha scritto:
    Voglio vedere cosa scriveranno e come si comporteranno quando ad ammalarsi saranno loro o i loro cari.

    Semplice, daranno la colpa alle "scie chimiche".

    Perché altro credi che ai Marcianò Bros, che in vita loro vedono e parlano solo di scie comiche, interessi tanto convincere i loro adepti a non vaccinarsi? Ma nella speranza che si ammalino per dare la colpa alla scie e farli incattivire contro nemici immaginari (e così soggiogarli presentandosi loro come i salvatori) ancora di più, è palese.
    E infatti anche loro hanno ripreso pari pari le boiate tradotte da Giuditta, qui.

    Diverso il caso del fisico bestiale Corrado Penna che non nasce come sciachimista ma come disadattato e fissato nel vedere nella medicina il male incarnato, specie nella psichiatria. È tanto avvelenato contro di essa che dà proprio l'impressione, la fortissima impressione, di aver ricevuto una diagnosi di una qualche malattia mentale di quelle gravi, che evidentemente non si è curato.

    Oppure è uno di Scientology in incognito...

    RispondiElimina
  5. axlman, secondo me corrado non ha ricevuta alcuna diagnosi psichiatrica, anche se i suoi scritti inducono a dire che è affetto almeno da sindrome persecutoria (oh, non sono un medico, la mia opinione nasce dal conoscere la sua storia e i suoi 'comportamenti', almeno sul web, la mia esperienza professionale e i miei studi). Ovviamente la mia non è da intendere come un'etichetta 'negativa' nei suoi confronti. Penso che sia un 'rivoluzionario a tutti i costi' da anni, sintetizzando un complottista (sino al midollo) le sue battaglie ad es. contro la psichiatria 'ufficiale' non partono dai fondamenti basagliani o da Foucault (opinabili, come tutti gli orientamenti in materia, ma 'corretti' dal punto di vista scientifico/filosofico) ma dal rifiuto assoluto e aprioristico di ciò che è 'ufficiale', e ne teorizza l'esatto opposto, per quanto assurdo possa essere. E questo vale per altre sue 'idee', anche se un briciolo di verità si può trovare. E' (anche qui in sintesi) l'"estremista perfetto": nessun dialogo, nessun confronto, nessuna ammissione, nessun compromesso. Affermare l'opposto SEMPRE, esser 'contro' SEMPRE.

    RispondiElimina
  6. off topics ma dovrebbe piacervi.

    Con un T33 "nel" Gran Canyon

    http://www.airspacemag.com/multimedia/videos/Jetting-Through-the-Grand-Canyon.html

    RispondiElimina
  7. Ah, giusto per la precisione: il mio commento precedente implica che enfatizzare e terrorizzare a tutto spiano le persone su 'sta influenza e le vaccinazioni (affermando spesso e scientemente anche il falso) non sia un comportamento quantomeno irresponsabile e criminale, da parte di corrado e i suoi sodali.

    RispondiElimina
  8. Non voglio ammorbare nessuno, ma prima di "implica" ho dimenticato di scrivere "non".

    ilpeyote errata corrige

    RispondiElimina