sabato 20 novembre 2010

New Technology for New Word Order

Avvicinandosi la fine dell'anno, stiamo preparando la presentazione delle ultime novità tecniche di cui presto potrà avvalersi la disinformazione del NWO.
Tra le più recenti ed innovative vi è questa:

Questo mezzo è stato appositamente studiato per trarre in inganno gli acuti osservatori del terrazzino sanremese.
Infatti si tratta di un elicottero nero, ma lo abbiamo dipinto di grigio metallizzato per ingannare strakkino. E' senza marche di riconoscimento, quelle che vedete dipinte sulla fiancata sono chiaramente un improbabile combinazione di 5 lettere, è un elicottero ma ha l'ala e le eliche come un aereo.
Infine, essendo un elicottero, può naturalmente volare all'indietro. La cosa è stata fatta più volte, durante i voli di collaudo sopra Sanremo. Non c'era nessun motivo particolare per farlo se non quello di rotolarsi per terra dalle risate ogni volta che strakkino ci identificava come un Piaggio P180 Avanti.

8 commenti:

  1. Il prototipo X3 dell'Eurocopter!
    220 nodi di Vmax dichiarati.
    Tu Orso cosa ne pensi?

    RispondiElimina
  2. Hanno rincorso l'X2 di Sikorsky. Certo queste macchine sono più semplici dei convertiplani. Ma anche queste si vedono da tempo senza che siano mai entrate in produzione.

    RispondiElimina
  3. Scusa, ma quel modello di elicottero mi sembra un tantino sformato.

    Ma non esistono gli elicotteri con due motori ai lati che si possono ruotare orizzontalmente per andare "tipo aereo"?

    RispondiElimina
  4. Confessa che avete dipinto le eliche orizzontali di bianco e nero per ipnotizzare chi le guarda... Se non è controllo mentale questo, come vogliamo chiamarlo?

    RispondiElimina
  5. fantastico è un mix tra un convertiplano e un elicottero

    RispondiElimina
  6. @Pallequadre
    Quelli che dici tu sono i convertiplani. Viaggiano più veloci ma hanno complicazioni meccani superiori rispetto a questi ibridi.

    Il concetto è questo:

    Un elicottero convenzionale per avanzare, spostarsi di lato o retrocedere, devia la portanza generata dal rotore principale. Ad esempio per avanzare la inclina in avanti. La scomposizione delle forze fa si che una parte della portanza viene utilizzata per il sostentamento ed un altra per avanzare. Se voglio andare più veloce devo creare più portanza aumentando la resistenza. Si arriva ad una condizione per cui ho uso la portanza per stare su, o la uso per andare più veloce (tralascio un infinità di altri problemi come asimmetria di portanza, stallo della pala retrocedente che raggiunge l'angolo d'incidenza critico, o di quella avanzante che viene a trovarsi in regime transonico o supersonico)
    Se invece metto un elica che assolve all'azione di spinta, posso usare la portanza solo per il sostentamento (e deviarla per le manovre a bassa velocità)riducendo di molto la resistenza alle alte velocità.
    Resta il problema della portanza asimmetrica (la pala avanzante viaggia più veloce di quella retrocedente)e della copia di reazione.
    La Sikorsky, con il suo x2 ha affrontato il problema utilizzando due rotori sovrapposti e contro rotanti. L'x3 di Eurocopter utilizza la portanza della piccola ala per compensare l'asimmetria di portanza del rotore ad alta velocità e la spinta differenziale delle eliche per controllare la copia di reazione.

    Al momento comunque si tratta ancora di prototipi e l'idea non è poi neanche cosi nuova.

    RispondiElimina
  7. Margotti Street21 novembre 2010 14:36

    Quoto Riccardo (D.O.C.): quell'aggeggio è davvero ipnotico e nel contempo pericolosamente affascinante!
    Sono certo però che nessun trucco o accorgimento potrà trarre in inganno le linci del terrazzino, non illudetevi!

    RispondiElimina
  8. se passavate di la'
    beh non sarebbe stato male come numero di riconoscimento

    PUPPA

    RispondiElimina