lunedì 15 febbraio 2010

Ma vaffanculo.

A questo insulso spargimento di codice ASCI operato da Giuditta, non ho potuto fare altro che rispondere cosi:


sapete cosa succede a dare voce a queste balle?
Succede che alla fine qualcuno ci crede e si cura, o meglio smette di curarsi, secondo i vostri suggerimenti.

E quando lo fa si scopre che le cose vanno ben diversamente da come scrivete qui. Non solo muore quella persona, ma muore anche la figlia che quella persona, convintasi che l'HIV non esiste, ha incoscientemente allattato.

Pensi che siano solo fantasie come le balle che scrivi sul tuo blog?
No succede davvero.

http://giannicomoretto.blogspot.com/2009/01/che-male-fanno.html


Stasera Giuditta, quando vai a letto, prova a pensare a quella madre e a quella bambina morte perché hanno dato retta ai cialtroni che scrivevano le stesse cose che scrivete tu e Corrado.

E dopo che ci hai pensato, ammesso che tu sia davvero capace di pensare al dolore degli altri, dimmi se tu e il fisico ciarlatano non ve lo meritate un sonoro

VAFFACULO.

17 commenti:

  1. Perchè credi che te lo pubblichino? Mmmh dubito....

    RispondiElimina
  2. Corrado e giuditta fanno solo schifo!
    Bisognerebbe mandarli in Cina a pubblicare i loro tossici blog: là gli farebbero passare la voglia a furia di calcinculo!

    RispondiElimina
  3. Gente di merda che non merita nulla.

    RispondiElimina
  4. sono gli unici due che riescono ancora a stupirmi. Pare tocchino le più basse vette di cialtroneria e tu pensi, o cazzo, questi stanno ravanando proprio sotto il fondo. Poi leggi un'altra (nuova) cialtroneria e, rasc/rasc! Ancora più in basso.

    ilpeyote loop infinito il fondo del barile è già usurato.

    P.S. VERGOGNATEVI

    RispondiElimina
  5. 10 print "go to fancool"
    20 repeat 10
    30 end

    Vostro se.se.su.se basic

    RispondiElimina
  6. Dove vengono buttati i soldi pubblici? Negli stipendi di questi idioti.

    RispondiElimina
  7. mi associo. Andatevene affanculo.

    RispondiElimina
  8. Pesante, ma assolutamente condivisibile!
    E mi spingo oltre Fozzillo: ci vorrebbe piu' spesso!

    RispondiElimina
  9. Pur aborrendo il turpiloquio, in questo caso credo sia il minimo da dire....

    RispondiElimina
  10. @Claudio Casonato: il turpiloquio, sebbene generalmente da criticare, con questi rifiuti umani e' un complimento, IMHO!

    RispondiElimina
  11. Art. 656 Pubblicazione o diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l'ordine pubblico
    Chiunque pubblica o diffonde notizie false, esagerate o tendenziose, per le quali possa essere turbato l'ordine pubblico, è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a lire seicentomila.

    Art. 657 Grida o notizie atte a turbare la tranquillità pubblica o privata
    Chiunque, con lo scopo di smerciare o distribuire scritti o disegni in luogo pubblico ovvero aperto o esposto al pubblico, annuncia o grida notizie, dalle quali possa essere turbata la tranquillità pubblica o privata, è punito con l'ammenda fino a lire duecentomila.

    Art. 658 Procurato allarme presso l'Autorità
    Chiunque, annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l'autorità, o presso enti o persone che esercitano un pubblico servizio, è punito con l'arresto fino a sei mesi o con l'ammenda da lire ventimila a un milione.

    eh, si.....

    RispondiElimina
  12. Skure, se non ricordo male ce n'è un altro che parla anche del profitto o lucro come risultato di queste azioni. Ma non ricordo l'articolo.

    RispondiElimina
  13. @Skure ho appena approfittato del tuo post per riproporlo in un articolo.

    RispondiElimina
  14. Art. 661
    - Abuso della credulità popolare -
    Chiunque, pubblicamente cerca con qualsiasi impostura, anche gratuitamente, di abusare della credulità popolare è punito, se dal fatto può derivare un turbamento dell'ordine pubblico, con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a lire due milioni.

    Art. 643
    - Circonvenzione di persone incapaci -
    Chiunque, per procurare a sè o ad altri un profitto, abusando dei bisogni, delle passioni o della inesperienza di una persona minore, ovvero abusando dello stato d'infermità o deficienza psichica di una persona, anche se non interdetta o inabilitata, la induce a compiere un atto, che importi qualsiasi effetto giuridico per lei o per altri dannoso, è punito con la reclusione da due a sei anni e con la multa da lire quattrocentomila a quattro milioni.

    ...il resto, se volete, è qui:
    http://www.studiocataldi.it/codicepenale/

    RispondiElimina