mercoledì 5 agosto 2009

straker, la destra, la sinistra e l'aria condizionata.

Non c'è niente da fare. Si vede che il caldo gli ha fatto male.

Straker ha deciso di guadagnarsi il perlone con un solo post e che ha ricevuto solo 24 commenti.

---------------------------

Mi è stato fatto notare che l'aria utilizzata per il condizionatore in cabina di pilotaggio come in zona passeggeri, viene pompata dal motore. [per caso lo hai notato dopo il mio commento sul blog di mike?] Bene! Ciò spiega per quale motivo molti velivoli fotografati in volo hanno due coni di uscita solo da un motore (in genere il sinistro, quello con l'irroratore speciale): poiché l'altro (il destro) viene usato per l'aria del condizionatore.
[NO NO, questo spiega solo quanto sei ignorante. Nemmeno la destra e la sinistra sai riconoscere. Le foto dei motori che ti ha linkato arturo sono di motori destri, guarda un po'. Anche amesso e non concesso che si spilli aria da un solo motore, questa viene spillata dal compressore mica dai gas di scarico. Inoltre non ne viene certo spillata il 50%. In genere il massimo prelievo d'aria consentito per far funzionare TUTTI i sistemi esterni al motore va dal 5 al 15% dell'aria in ingresso al compressore... in un moderno turbofan direi circa 1% del totale in ingresso al fan]

In realtà occorre considerare che l'immissione di aria fresca all'interno tramite i meccanismi denominati air pack comporta un aumento del consumo di carburante, per cui raramente vengono usati tutti e tre. Si calcola infatti che tenendo spento uno dei tre air pack di cui è dotato un Jumbo, si risparmiano circa 80 dollari l'ora di carburante.

Come misura di ulteriore risparmio nel ventilare l'aria, le compagnie usano una miscela composta per una metà di aria fresca proveniente dall'esterno, e per l'altra metà di aria riciclata già respirata, che contiene già molta anidride carbonica.
[altra sequela di coglionate. Certo che esiste il ricircolo dell'aria, cosi come sulle automobili. Il numero di air pack in uso dipende anche dalle esigenze di condizionamento. Se ho un aereo mezzo vuoto in crociera, avrò minori necessità di condizionamento che con uno pieno sul piazzale ad agosto...

[Resta il fatto che l'aria proviene dai compressori e che, riciclala pure per il 50%, se le cose fossero come hai detto tu sarebbe piena di tutte le schifezze che hai sempre descritto. Per fortuna di chi vola le tue sono solo fantasie malate.]
Fonte: www.hyperion.e-zine.it


By Blogger Straker, at 04 agosto, 2009 22:38

Nel 2000 il Seattle Times ha riportato il caso di 26 membri del personale di bordo delle Alaska Airlines, che hanno vinto una causa contro la Compagnia, dimostrando, dati alla mano, che circa 600 dei 1575 addetti di bordo avevano avuto problemi di salute dovuti alla cattiva qualità dell'aria inspirata, che spesso conteneva un'emulsione di olii e di fluidi provenienti dal motore.
Infatti anche quando i livelli teorici di aria immessa sono ottimali, l'aria respirata dipende da una molteplicità di altri fattori, come la qualità dei filtri, la loro manutenzione, la pulizia di bordo.
[ma guarda un po'? E nessuno dei 600 dipendenti, tutti complici del complottone ipergalattico, ha fatto parola di nanomughi, morgelloni, microtubi, nanomacchine ecc... che era costretto a respirare....]

Fonte: www.hyperion.e-zine.it

By Blogger Straker, at 04 agosto, 2009 22:42

-----------------------

ma va la straker... ma va la. Studia sui libri non sui filmati di youtube.

11 commenti:

  1. Destra, sinistra, alto, basso... tutti concetti esoterici, per lui. Ad esempio quando vede sciare a bassa quota aerei di linea che volano in crociera a 9000 e passa metri. Nella sue testa le 3 dimensioni sono talmente scombussolate che quando cerca di lavarsi i denti finisce sempre per ficcarsi lo spazzolino...;-)
    Primo?

    RispondiElimina
  2. straker e mike...che poveracci.

    RispondiElimina
  3. quasi quasi spedisco una copia del manuale (fcom vol.2) del 737 a straker,

    RispondiElimina
  4. peev, sul sito della boeing c'è di tutto, anche i disegni di autocad
    http://www.boeing.com/commercial/737family/

    RispondiElimina
  5. E la minchiata del risparmio dove la mettiamo? "80 dollari l'ora": cioè, in un volo di 12 ore le compagnie risparmiano neanche 1000 dollari?

    ilpeyote avaro

    RispondiElimina
  6. Tigre, io non ci sputerei sopra...

    Secondo me O'Leary potrebbe pure provarci... :D

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  7. Libro, cos'è un libro?

    by Straker ignorante

    RispondiElimina
  8. Hanmar, neanch'io ci sputerei sopra, coi tempi che corrono, su mille dollari, ma la minchiata resta, considerato che il piano d'avvelenamento mondiale è finanziato coi proventi del signoraggio (parola d'o professore di 'sto randazzo). Invece di fare i pidocchiosi, quelli dello SMOM basta che stampino soldi a iosa e si rifanno ampiamente delle spese.

    ilpeyote bilderberg

    RispondiElimina
  9. E' tornato il censuratore folle: è caduto nel trappolone. Spargete il verbo ovunque.
    http://tinyurl.com/nzhyzw

    RispondiElimina
  10. tigre, 80 USD all'ora, moltiplicato per un volo transatlantico di circa 10 ore (Milano-Chicago, ad es), fanno 800 USD.

    Moltiplica gli 80 USD per le ore di volo giornaliere di tutti i voli di una compagnia aerea... Io non ci sputerei sopra :)

    RispondiElimina
  11. "Secondo me O'Leary potrebbe pure provarci... :D"
    no perchè col 737 si vola con entrambi i packs inseriti, un solo pack riesce comunque a mantenere la pressurizzazione fino alla quota massima cerificata, é possibile volare con un pack inoperativo ma in questo caso la quota massima e fl250
    (questo vale per le serie 300/400/500)

    p.s. Straker PUPPA

    RispondiElimina